Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso.

TPCS

PSS1

TPCS – Tuscan Port Community System

INTRODUZIONE
Nel corso del 2011/2012, grazie al progetto europeo MOS4MOS (Programma TEN-T Autostrade del Mare) è stata sviluppata la piattaforma telematica TPCS, basata su di un architettura web service, operativa da inizio 2012.

FUNZIONALITA’


La piattaforma permette:

1. Ai vettori marittimi ed ai loro rappresentanti di prelevare, in vari step, i dati relativi alla merce in partenza, in modo da poter presentare correttamente il Manifesto Merci in Partenza o Arrivo (MMP, MMA) in maniera completamente automatica, intervenendo solamente sugli eventuali errori o messaggi di diniego di carico.

2. Agli spedizionieri della merce di presentare interattivamente la dichiarazione doganale e, a svincolo doganale ottenuto, le richieste di imbarco elettroniche.

3. Ai terminal portuali di programmare ed effettuare in sicurezza gli imbarchi autorizzati, potendo importare dalla piattaforma sui propri sistemi gestionali i dati di propria competenza.

4. Agli uffici istituzionali di monitorare, controllare e vigilare sull’intera attività portuale in tempo reale, sia in entrata che in uscita.

5. Ai trasportatori di controllare dalla piattaforma lo stato delle partite di merce da ritirare presso i vari terminal e di stampare la distinta in uscita da esibire al gate.

CARATTERISTICHE
Affidabilità:
Piattaforma software ospitata su di un server dedicato ad alte prestazioni, basata su di un’architettura web-service con un controllo di accesso multi-level e funzioni di recupero dati.

Conformità: Conformità con i criteri di comunicazione riguardanti lo scambio dei dati recenti tra operatori privati ed Autorità di Controllo.

Completezza: Coinvolge gli operatori interessati nel flusso informativo collegato alle operazioni import/export: agenzie marittime, dogane, terminal, dogane, spedizionieri ed Autorità di Controllo.

AREE OPERATIVE INDIVIDUATE
  • IMPORT
  • EXPORT
  • CUSTOMS SINGLE WINDOW
  • NATIONAL AND COMMUNITY CABOTAGE

OBIETTIVI INDIVIDUATI
La suddivisione in aree operative permette di raggiungere gli obiettivi strategici fissati a livello comunitario, garantendo la programmazione delle spedizioni, la tracciabilità delle merci ed il trasporto “door to door”

PROSPETTIVE DI SVILUPPO
L’Autorità Portuale di Livorno si propone di perseguire l’obiettivo di fare del TPCS uno strumento di controllo per le diverse Autorità preposte, strumento capace di incrementare l’efficienza delle operazioni portuali, garantire uno sviluppo a livello commerciale degli operatori coinvolti ed infine strumento utilizzato con finalità di governance per l’Autorità Portuale di Livorno. La prospettiva adottata consiste nella realizzazione di una vera e propria opera di re-ingegnerizzazione finalizzata al conseguimento di processi più efficienti e sicuri. In tale prospettiva l’idea è quella di porre le basi per la realizzazione di un sistema informativo condiviso con altre Istituzioni e stakeholder, in una logica di “port community” cercando di:
  • Migliorare le funzioni doganali/documentali del TPCS;
  • Garantire una completa tracciabilità delle merci attraverso: gli electronic secure corridors, e l’introduzione di strumenti RFID;
  • Consentire lo schedule dei tempi di arrivo al terminal portuale;
  • Collaborare con le autorità nazionali per la programmazione e l’implementazione di soluzioni tecnologiche per i servizi merci, che siano compatibili con il TPCS;
  • Proporre il TPCS come best practice a livello europeo;
  • Garantire l’integrazione con piattaforme di altri porti e paesi;
  • Sviluppare moduli statistici ed analisi complete per il monitoraggio ed il supporto di azioni decisionali.
PROGETTI CORRELATI MOS4MOS, MEDITA
IMMAGINI