Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso.

Vento e Porti

Il progetto Vento e Porti è stato sviluppato nell’ambito del programma di “Cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Marittimo 2007 – 2013 (Liguria, Toscana, Sardegna, Corsica)”, ed ha affrontato lo studio del vento in ambito portuale con lo scopo finale di fornire un software (sviluppato dall’Università di Genova) che, in un formato grafico informatico fruibile, restituisca una valutazione statistica e la previsione del vento atteso in tempo reale a medio (24-12 ore) e breve termine (circa un’ora), in tutte le zone dei 5 porti partner (Genova, Savona, La Spezia, Livorno, Bastia). L’autorità Portuale di Livorno ha contribuito al progetto installando 5 stazioni anemometriche di ultima generazione, collegate al server centrale del’università di Genova per l’analisi dei dati, al fine di migliorare la sicurezza delle persone, dei mezzi e delle strutture in tutte le aree operative del porto, a terra e sullo specchio acqueo, e soprattutto le zone esposte a venti molto forti che possono comportare situazioni di notevole rischio per l’integrità fisica di chi lavora, per la solidità delle strutture, la stabilità dei mezzi, delle merci stoccate e per le imbarcazioni in fase di attracco.
Il progetto si è concluso alla fine del mese di giugno 2012, con la conferenza finale che si è tenuta a Genova.

Approfondimenti
www.ventoeporti.net

Contatti:
Dipartimento Sicurezza e Controlli Ambientali – Ing. Giovanni Motta