Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso.

Vento, Porti e Mare

Da pochi giorni si è concluso il progetto “Vento, Porti e Mare”, sviluppato nell’ambito del Programma di cooperazione transfrontaliera Italia/Francia “Marittimo” 2007–2013 (Liguria, Toscana, Sardegna e Corsica) e finanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR).
Esso rappresenta la prosecuzione e il potenziamento del Progetto “Vento e Porti” (2009 – 2012) attraverso il quale i porti dell’Alto Tirreno – Genova, Savona, La Spezia, Livorno e Bastia - si sono dotati di un sistema di monitoraggio del vento e di un modello di calcolo statistico - matematico in grado di fornire agli stakeholder informazioni sulla previsione del vento atteso nel medio termine (12 - 24 ore) e nel breve termine (1 ora) tramite visualizzazione su sistema WebGis. In estrema sintesi il progetto riguarda l’estensione del sistema previsionale del vento allo specchio acqueo antistante ai porti, il potenziamento con nuovi strumenti ad alta tecnologia delle reti di monitoraggio precedentemente installate e la messa a punto di un nuovo sistema di previsione delle condizioni meteo-marine basato sull’implementazione di modelli accoppiati vento-onde, che tengano conto efficacemente dell’interazione esistente fra queste due grandezze.
Nel corso di questi 6 anni di progetto l’Autorità Portuale di Livorno ha ovviamente collezionato un quantitativo enorme di dati, che potrebbero rendersi utili anche ai fini di studi in campo eolico, diffusionale e meteorologico. Per questo motivo ed anche al fine di divulgare al meglio i risultati del progetto, L’Autorità Portuale intende rendere fruibili tali dati a chiunque ne faccia richiesta motivata. La rete di misurazione installata nel Porto di Livorno comprende 7 anemometri, una stazione meteorologica e un LIDAR.
Alla pagina web http://www.ventoeporti.net/public/SITO_VPM/public/sv_attivita_livorno_1.asp è possibile visualizzare la posizione esatta degli strumenti sulla mappa, mentre alla pagina web http://www.ventoeporti.net/public/anemometri_misure.asp è possibile reperire informazioni relative agli standard utilizzati per la registrazione dei dati anemometrici.
Per ciascuno strumento, saranno resi disponibili a chi ne faccia richiesta, i dati delle registrazioni di intensità e direzione della velocità del vento, mediate su 10 minuti. La tabella sottostante riporta in dettaglio i periodi di registrazione disponibili per ogni strumento, fatti salvi periodi di malfunzionamento.

Per qualsiasi ulteriore informazione sui prodotti sviluppati nell’ambito dei progetti Vento e Porti e Vento, Porti e Mare, si rimanda alla pagina web http://www.ventoeporti.net. Per fare richiesta dei dati inviate una mail a oliviero@porto.livorno.it