Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso.

Agriport

Il progetto AGRIPORT è stato co-finanziato dalla Commissione Europea attraverso il Programma CIP Ecoinnovation e dal Ministero Italiano dell’Ambiente del Territorio e del Mare, ed è stato presentato in partnership con diversi soggetti quali: lo Studio Galli Ingegneria spa, Università di Pisa - Dipartimento di Ingegneria Civile e Dipartimento di Scienze Biologiche, CNR Pisa - ISE Istituto per lo studio degli Ecosistemi, ARO Volcani Center, Ministero dell’agricoltura di Israele, DFS Engineering del Montenegro, D’Apollonia, Codra Mediterranea.
Il Progetto ha avuto come scopo quello di sviluppare e sperimentare delle tecniche per il “Phyto-remediation” e “Phyto-treatment” (recupero e trattamento mediante piante) dei sedimenti e fanghi provenienti dai dragaggi portuali. Una parte molto importante del progetto ha previsto la costruzione di un impianto pilota di conferimento dei sedimenti di dragaggio su cui sono state impiantate specie vegetali capaci di assumere, con il loro ciclo biologico, gli elementi inquinanti inizialmente presenti nei sedimenti al fine di decontaminarli e trasformarli in ammendante agricolo commercializzabile.
Il progetto ha avuto una durata di 3 anni e si è concluso il 31 maggio 2012, giorno in cui è stato organizzato il convegno finale di chiusura del progetto tenutosi a Livorno con organizzazione a cura dell’Autorità Portuale di Livorno, dove sono stati esposti i risultati ottenuti, alla presenza di molti esponenti delle istituzioni locali, nazionali e internazionali.

Approfondimenti:
www.agriport.org

Contatti:
Dipartimento Sicurezza e Controlli Ambientali – Ing. Giovanni Motta