This site uses cookies to improve your user experience and to gather information on the use of the site.
21st May, at the Vespucci freight village, info day on the Mos4Mos project

L’appuntamento è di quelli da non perdere: il 21 maggio prossimo, presso la Sala Convegni dell’Interporto A. Vespucci, si terrà un info day sui risultati raggiunti dalla Port Authority nel quadro delle attività promosse dal Mos4Mos, il progetto europeo che ha visto coinvolti 28 partner internazionali provenienti da Grecia, Slovenia, Italia e Spagna, uniti dall’obiettivo comune di migliorare il traffico delle Autostrade del mare.

 

L’occasione permetterà all’Autorità Portuale di presentare ufficialmente il Tuscan Port Community System, un vero e proprio gioiello tecnologico che promette di rivoluzionare le procedure di controllo della merce durante tutto il percorso, da quando arriva in banchina a quando parte.

 

Inoltre verrà fatto il punto della situazione sui servizi di tracciabilità delle merci e sul tema dell’integrazione Porto-Interporto.

 

Se gli argomenti sono importanti, le personalità che parteciperanno al meeting non sono da meno: tra gli altri saranno presenti l’assessore regionale alle infrastrutture, Luca Ceccobao; il direttore generale del trasporto marittimo del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Enrico Maria Pujia; il presidente dell’Unione Interporti Riunti, Alessandro Ricci, l’amministratore delegato del Terminal Darsena Toscana, Alessandro Giannini e il direttore regionale dell’Agenzia delle dogane, Gianfranco Brosco. I lavori verranno aperti dal presidente della Port Authority, Giuliano Gallanti, e dal numero uno dell’interporto livornese, Marco Susini.

 

La Stampa è invitata a partecipare alla conferenza stampa che verrà allestita presso la Sala Conferenze della Palazzina Colombo, all’interno dell’Interporto Vespucci. L’appuntamento è per le 11.30. L’incontro permetterà alla dirigente dello sviluppo strategico dell’Authority, Antonella Querci, di spiegare attraverso alcuni filmati come funziona realmente il TPCS.

print